Icona-email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Icona-Tumblr. Icona-YouTube
Fare Webserie WEBSERIEPLUS Web Series World Cup Netflix Heroes Reborn

"Lo staggista", con due "G": la webserie backstage

Giovedì, 6 ottobre 2016

Oggi vi raccontiamo Lo Staggista, la divertente webserie che ironizza sul mondo del lavoro servendosi di un cast stellare.


Di Goofie vi avevamo già parlato quando vi abbiamo presentato la pluripremiata webserie "il Camerlengo", ricordate? Ora vi raccontiamo un altro prodotto della fortunata piattaforma, frutto di un’inedita squadra composta da Nicolas Vaporidis, Matteo Branciamore e Primo Reggiani: "lo Staggista", con due "g" esatto. Alla romana. 
Roma. In uno studio di RDS, un improvvisato rapitore armato di pistola, irrompe durante una diretta radio con tanto di ostaggio, iniziando a raccontarsi nella disperata attesa di parlare con la fidanzata. Il rapinatore improvvisato è Danilo, 30 anni, aspirante regista chiamato a curare il backstage del film "Natale col Boss", ovviamente con l'ennesimo contratto di stage.
Vessato, bullizzato e calpestato dagli attori del film, Danilo finirà per perdere la fidanzata e mettere in discussione ogni certezza fino a rivoluzionare il suo inesorabile destino di "Staggista".


Otto episodi tragicomici della durata di cinque minuti ciascuno, con un forte sottotesto satirico che affronta il tema della cosiddetta "generazione stage", ovvero i giovani che rimbalzano da un'esperienza all'altra nella speranza di trovare l'agognato primo impiego. 
Anche se la webserie è online già da quasi un anno, è bene segnalarla non solo perché ben fatta e divertente, ma anche per due importantissimi fattori: prima di tutto è stata ideata per anticipare l’uscita di "Natale col Boss", film arrivato nelle sale il 16 dicembre 2015, divenendo così un prodotto webnativo con una strategia di marketing collegata alla promozione del film: "Finite le scene per il film, iniziavano quelle della serie", raccontano Francesco Mandelli e Paolo Ruffini ad Askanews,  aggiungendo: "Il nostro lavoro non finiva quindi con il film; da lì in poi iniziava qualcosa di parallelo, ma assolutamente complementare". 
Secondo aspetto importante è che "si tratta di un prodotto innovativo", afferma Massimiliano Montefusco in un'intervista a Darlin, "sia per le piattaforme utilizzate (canale televisivo in prime time, la piattaforma digital RDS e tutta la correlazione attuata con i social media), sia per lo storytelling". 
   
"Lo Staggista" è quindi una sorta di "webserie backstage" perché non solo in maniera metacinematografica racconta lo stage che Danilo dovrebbe svolgere occupandosi del backstage di Natale col boss, ma è "backstage" in quanto girata nel backstage del film stesso. Già questo la renderebbe interessante, ma come detto da Montefusco, il progetto va ben oltre, proponendosi come contenuto crossmediale, che ha visto incontrarsi il cinema, il web, la radio e la Tv, e la cui riuscita è stata confermata proprio in questi giorni dal  premio per il miglior soggetto/sceneggiatura, vinto al Roma Web Fest 2016.  

Prodotta nel 2015 da Filmauro, la webserie "Lo staggista" è stata scritta dagli Zero: Stefano de Marco, Niccolò Falsetti, Alessandro Grespam e Carlo Tozzi. 

Alla regia gli Zero e Carlo Tozzi, mentre il casting è a dir poco stellare e vede la partecipazione di Alessandro Grespan, Giuditta Giuditta Arecco,  Iacopo Pineschi, Lillo & Greg, Peppino di Capri, Paolo Ruffini, Francesco Mandelli, Volfango de Biasi e Giulia Bevilacqua.

Un esperimento curioso e ben riuscito, ma soprattutto una webserie che vi farà sorridere più volte. 
Degna di nota, ad esempio, una delle scene finali con una citazione da "Pulp Fiction" di Tarantino.
La webserie è disponibile sia sulla piattaforma Goofie, che sul canale ufficiale di YouTubema soprattutto nel cofanetto del film "Natale col Boss".

Buona visione! 








commenti
Commenta con Facebook o Google Plus