Icona-email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Icona-Tumblr. Icona-YouTube
Fare Webserie WEBSERIEPLUS Web Series World Cup Netflix Heroes Reborn

La partnership tra Cubik Tv e WWWebserie raccontata per bene

Martedì, 26 luglio 2016

Vi raccontiamo di Cubik Tv e della partnership con World Wide Webserie, che mira a dare visibilità ai talenti del fenomeno webseriale... e non solo.

Avevamo già annunciato la nostra partnership con Cubik TV, la social web tv veneta, ma oggi ve la raccontiamo meglio, fregiandoci soprattutto del fatto di essere stati citati anche sul cartaceo de La Repubblica del 25 luglio 2016.
Cubik, fondata da Alberto e Lorenzo Baldanello, rispettivamente Amministratore Delegato e Responsabile dell'Ufficio Legale della Cubik Group Srl, e dal CFO Francesco Zaccheo, nasce a Portogruaro (VE), da un'idea scaturita a seguito di una fortunata acquisizione...cinematografica.

Esatto, gli albori di Cubik affondano le radici nell'acquisizione di una "eredità" pellicole di film importanti con diritti d'autore annessi. Alberto Baldanello e Francesco Zaccheo, acquistano il pacchetto di pellicole e diritti, trovandosi con un piccolo tesoro cinematografico tra le mani: tutta la filmografia di Fellini e diversi classici del cinema, come Cacciatore di Robert De Niro.
Ecco allora che, Baldanello e Zaccheo hanno l'idea di dare il via a un network televisivo diverso da quelli sul mercato, che fosse solo online e gratuita per l'utente che si registrava al sito. E, con un portafoglio di contenuti del genere, l'idea piace parecchio, soprattutto negli States e grazie ai meravigliosi film felliniani. Gli inizi di Cubik vedono il canale di cinema superare presto le previsioni, spingendo i fondatori a voler ampliare l'offerta di contenuti, cercando però di intercettare i gusti e gli interessi degli utenti, raccogliendoli tutti in un'unica web platform con contenuti di qualità e ordinati in canali tematici.

Da allora, Cubik Tv si è concretizzata ed è quasi pronta a partire. Attualmente ancora in fase beta, a settembre vedrà il lancio ufficiale con l'apertura dei 16 canali tematici (come Charity, Kids, canali di medicina e salute, di cucina, canali dedicati all'arte e via dicendo), tra cui quello esclusivamente per serie e webserie. Sebbene ancora non ufficialmente partita, la piattaforma conta già 5 milioni di utenti, di cui il 60% è italiano e il restante e sostanzioso 40% risiede soprattutto negli USA (26%), in Germania (9%), Francia (3%) e Regno Unito (2%).

L'articolo su La Repubblica - 25 luglio 2016
Ma cosa ha di speciale Cubik Tv? Il suo valore aggiunto è che l'utente, con i suoi gusti e i suoi interessi,  è davvero al centro dell'attenzione dell'azienda e, soprattutto, è davvero un utente web, che naviga, che sa cosa vuole, che sa come cercarlo e dove trovarlo. Inoltre, è "social Tv" perché l'obiettivo è quello di coinvolgere tutti nell'interazione e nella creazione di contenuti. Ecco perché diversi format che Cubik sta lanciando sono definiti "Into The", con lo scopo di realizzare una sorta di "social web talent show" attraverso cui gli utenti possono inviare i contenuti da selezionare e inserire nella piattaforma. Ed è qui che entriamo in gioco anche noi di World Wide Webserie.
Come già specificato nell'articolo del 16 giugno, la redazione del blog italiano dedicato al fenomeno delle webserie, sarà per Cubik "fonte inesauribile e sempre aggiornata di informazioni sull'evoluzione delle webserie, grazie alla nostra presenza ormai consolidata online, alla collaborazione con diversi Web Festival e grazie al nostro lavoro di racconto del fenomeno webseriale". Le webserie, qui a WWWebserie, le mastichiamo da tempo e da sempre cerchiamo di dare massima visibilità al fenomeno, raccontandolo, spiegandolo e mettendone in luce pro e contro, alti e bassi, potenzialità e miglioramenti possibili. La partnership con Cubik è un importante step, che potrebbe diventare un forte e solido pilastro nell'obiettivo che, qui a World Wide Webserie, perseguiamo dal 2013: riuscire a raccontare e portare alla luce le produzioni webseriali italiane, mostrando quanto talento indipendente ci anche sul Web nostrano. Oltre alle webserie italiane, guardiamo anche all'estero ovviamente, ma in entrambi i casi sarà Cubik TV a decidere quali webserie inserire all'interno del suo canale Series. Altro aspetto molto, molto, molto interessante è dato dal fatto che World Wide Webserie, oltre che essere "vetrina" da cui prelevare contenuti, sarà per Cubik anche uno dei mezzi per entrare in contatto con quei film-maker o aspiranti tali che, soggetto alla mano, cercano finanziamenti per realizzare la loro idea, la loro storia.

Oltre alla partnership con noi per quanto riguarda le webserie, Cubik ha già attivato il format "Into the lab" per il genere horror, che vedrà Dario Argento e Sergio Stivaletti come coach di Cubik per selezionare i migliori filmati emergenti per creare una serie. A questo si aggiunge l'accorto firmato con il Cecchi Gori Group, attraverso cui i film (attualmente più di 900 titoli) acquisiti e co-prodotti potranno essere distribuiti anche offline.
Cubik Tv si fa quindi portatrice di un concetto di web tv collaborativo, interattivo, incentrato sull'utente, che segnalerà all'emittente i contenuti, che poi potrà fruire ovunque, su smartphone, tablet (sarà presto disponibile l'app compatibile con iOS e Android), PC e anche attraverso le smart tv, sulle quali sarà possibile installare la chiavetta di Cubik che sarà acquistabile presso la GDO a partire da settembre.

Insomma, tra ricerca di contenuti innovativi di qualità e centralità assoluta dell'utente, Cubik Tv si prospetta un progetto destinato a decollare, perché sembra aver capito come funziona il web.
Per restare aggiornati su Cubik e su tutti gli sviluppi di questa parntership, stay tuned! E non smettete né di segnalarci le vostre webserie, né di inviarci i vostri soggetti.




Chiara Bressa,
World Wide Webserie / About Me
@Chiara Bressa


commenti
Commenta con Facebook o Google Plus