Icona-email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Icona-Tumblr. Icona-YouTube
Fare Webserie WEBSERIEPLUS Web Series World Cup Netflix Heroes Reborn

La vita fa schifo ma almeno ho i gomiti: domande esistenziali in una audace serie web d'animazione

Venerdì, 24 giugno 2016

"La vita fa schifo, ma almeno ho i gomiti" è una irriverente webserie d'animazione che invita a riflettere sul senso della vita.

"La vita fa schifo" è un classico tormentone da adolescente, una considerazione che con l'avanzare dell'età si arricchisce sempre di un "ma". Certo, pochi aggiungerebbero un "ma almeno ho i gomiti".
Tra questi ci sono l'italiano Nicola Piovesan, creatore, autore e animatore del progetto Life sucks! But at least I have elbows (ovvero "La vita fa schifo, ma almeno ho i gomiti"), e il britannico Matt Willis-Jones, che ne ha curato con lui la scrittura. Per i due si tratta della quarta collaborazione, la prima per il web, dopo essersi incontrati allo Skepto Film Festival di Cagliari, nel 2015. 

La webserie, doppiata in inglese con sottotitolazione italiana disponibile, ruota attorno a un gruppo di piccoli pupazzetti (su uno sfondo reale), tra cui spicca una precoce e curiosa ragazzina di 9 anni (doppiata da Lizzie Freeman) che assilla il padre (la cui voce è di Michael McConnohie) con svariate domande sulle grandi tematiche esistenziali, come l'amore, la morte o la religione.



Fra interventi fuori luogo del figlio più piccolo (doppiato da Hayley Nelson), ricordi traumatici del padre sulla ex moglie (e sulla sua"generosa" vita sessuale), e il solito bizzarro uccellino che ci ricorda gracchiando che la vita fa schifo (doppiato tra l'altro dallo stesso Piovesan), la webserie concentra in 90 secondi una comicità pungente, senza troppi peli sulla lingua, regalando interessanti spunti di riflessione sui temi più scottanti della nostra società.

È possibile seguirla sulla pagina Facebook e sul canale YouTube: al primo episodio, "Religion", online dallo scorso 8 giugno, sono seguiti "Sex" e "Love". L’ultimo episodio è previsto per la fine di agosto.
Il consiglio è ovviamente quello di gustarvela. E di ritenerci fortunati: perlomeno abbiamo i gomiti!




Federico Mulas,

@Feda_3
commenti
Commenta con Facebook o Google Plus