Icona-email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Icona-Tumblr. Icona-YouTube
Fare Webserie WEBSERIEPLUS Web Series World Cup Netflix Heroes Reborn

"Lista di Nozze" - La webserie che ironizza sui matrimoni gay in Italia


Giovedì, 20 maggio 2016

"Lista di nozze" è un prodotto webseriale che, con intelligente e graffiante ironia, affronta le tematiche dei matrimoni egualitari e dell'omofobia, attraverso una coppia di protagonisti omosessuali che, non potendosi sposare, organizzano i matrimoni altrui.

Lista di Nozze” è una web-sitcom che affronta in chiave ironica e irriverente il tema del momento, ovvero i matrimoni gay in Italia.
Protagonisti sono Arnaldo (Alessandro Bergallo) e Leo (Matteo Milani), titolari per necessità e non per vocazione, di un negozio specializzato in liste di nozze.
Si tratta di una situazione paradossale perché, pur amandosi come qualsiasi altra coppia, Arnaldo e Leo non possono fare quanto è concesso a tutti i loro strambi clienti, ovvero sposarsi.

Durante i 12 episodi, di cui cinque già pubblicati online, i nostri protagonisti avranno a che fare con tutte le convenzioni e le ipocrisie che ruotano attorno al cosiddetto "matrimonio perfetto", dal quale loro due sono ingiustamente esclusi. 
Questo darà vita a situazioni comiche, ma soprattutto politicamente scorrette in cui vedremo, tra le altre cose, centraliniste omofobe e preti che per lo shock parleranno lingue sconosciute. 
La webserie è divertente, propone uno stile quasi teatrale, ma perfettamente adattato alle tempistiche del Web, introdotto da una sigla animata "retrò", un po' anni Novanta, che ricorda quella della sit-com statunitense "The Nanny" (in Italia, "La Tata"). L'utilizzo di un'ironia intelligente e graffiante, per parlare di temi importanti quali il matrimonio egualitario, l'omofobia e gli stereotipi legati all'orientamento sessuale, è sicuramente il punto forte di questa webserie che, possiamo affermare, gira intorno a un quesito di fondo: la famiglia che Arnaldo e Leone desiderano e potrebbero costruire, sarebbe davvero meno reale e vera, della famiglia “tradizionale”? L'effetto che si ottiene dall'applicazione di quest'ironia intelligente a tali argomenti, è sì comico, ma anche sorprendentemente riflessivo.




"Lista di Nozze" nasce da un'idea di Paola Ducci, che lo scrive insieme a Francesco Calella, mentre la regia è affidata a Gaetano Maffia, già assistente alla regia in "Chiedimi se sono felice" e "La leggenda di Al, John e Jack" con Aldo Giovanni & Giacomo, oltre che nella serie Tv "Benedetti dal Signore". 

“Lista di nozze” è un progetto webseriale indipendente e low budget che è stato realizzato grazie a un crowdfunding, lanciato sulla piattaforma Produzioni Dal Basso e a un contributo messo a disposizione dal Nuovo Imaie (Istituto mutualistico Artisti Interpreti o Esecutori) attraverso i fondi ex art. 7 L. 93/92. 

Il primi cinque episodi sono disponibili sul canale YouTube ufficiale di “Lista di nozze (in fondo all'articolo trovate la playlist completa) e i restanti 7 episodi verranno pubblicati sul canale ogni giovedì.
Per non perdervi nessun aggiornamento, seguite "Lista di nozze" sulla pagina Facebook ufficiale, visitate il sito web ufficiale e...Fateci sapere cosa ne pensate!




commenti
Commenta con Facebook o Google Plus