Icona-email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Icona-Tumblr. Icona-YouTube
Fare Webserie WEBSERIEPLUS Web Series World Cup Netflix Heroes Reborn

Diario da Ustica: primo giorno al Sicily Web Fest

Sabato 29 agosto 2015

Diario da un festival webseriale: Il Sicily Web Fest ha aperto le danze con il botto


Roma, Palermo, Ustica: 28 agosto 2015


Aeroporto, taxi, camminata sotto il rovente sole palermitano e viaggio in aliscafo…
Ustica non è dietro l’angolo per chi arriva da dentro e fuori lo Stivale. Ma ci si arriva e ne vale la pena. L’isola è una piccola perla del Mediterraneo, che bisogna vedere almeno una volta nella vita.
E il Sicily Web Fest (SWF) incarna perfettamente l’atmosfera di questa terra meravigliosa, fatta di sole, mare, visi cordiali e leccornie.

Ieri si sono aperte le danze della prima edizione del festival usticese e, per ora, tutto è ben organizzato e avvolto in un’atmosfera rilassata, vacanziera e festosa, ma all’insegna dello scambio culturale.
In queste prime 24 ore ho incontrato registi, sceneggiatori, attori e creativi italiani e stranieri, con i quali si è parlato di webserie, delle loro caratteristiche e delle difficoltà che si incontrano ovunque per realizzarle; dal Giappone agli Usa, dalla Cina all’Italia, le difficoltà per le webserie sono più o meno le stesse, così come è uguale la determinazione e la passione che accende gli occhi di tutti i registi webseriali quando iniziano a parlare del loro lavoro. Un lavoro che è duro, con spesso più bassi che alti, ma che può dare soddisfazioni enormi.

Chiara Bressa, autrice di "Fare webserie"
(Foto di Michele Pinto)
Il primo si panel ha visto l’intervento e la mediazione di Mirko Lino e Jusi Mandalà di Emerging Series, portale nato in ambito accademico e che si impegna per studiare il fenomeno e fornire materiale utile a capire questo nuovo linguaggio narrativo. Il panel è continuato con la presentazione di “Fare webserie”, il mio primo libro dedicato alle webserie, edito da Audino Editore e basato su quella mia tesi di laurea che ha dato il via anche e soprattutto a World Wide Webserie. L’incontro è stato un interessantissimo scambio di pareri e punti di vista sulle webserie, sulle loro caratteristiche, sulla loro intrinseca natura convergente e sui possibili destini del webseriale. È stato poi presentato il primo Master sulla serialità, introdotto da Riccardo Cannella, Piero Tommaselli e Leonardo Siniscalco, che partirà a inizio 2016, si terrà presso la Libera Università del Cinema di Roma e accetterà solo un piccolo gruppo di iscritti, che riceveranno una formazione completa in materia di serialità televisiva e web, mettendo subito in pratica le conoscenze acquisite. Già la presentazione ha dato l’idea di un corso pensato da chi conosce il mestiere e che fornirà davvero gli strumenti tecnici, conoscitivi e pratici per “fare webserie” come si deve.

L'incontro del primo giorno
(Foto di Cristiano Bolla di SoloSapere.it)

Il SWF, dopo il primo giorno, ha già dimostrato di essere il festival dal respiro culturale, internazionale, italiano e siciliano che aveva detto di voler essere. Ogni momento, avvolti dalla rilassante atmosfera usticese, si ha modo di parlare con autori e registi di ogni dove, scoprendo realtà così lontane ma anche così simili a quella italiana.


Stasera, 29 agosto, dopo una degustazione di prodotti tipici, ci aspettano la presentazione e l’incontro con gli autori delle webserie iscritte. Ma vi racconto tutto domani.

Stay tuned!




Chiara Bressa,





commenti
Commenta con Facebook o Google Plus