Icona-email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Icona-Tumblr. Icona-YouTube
Fare Webserie WEBSERIEPLUS Web Series World Cup Netflix Heroes Reborn

È arrivato Bob Torrent, il perfido produttore della peggiore serie del web

Mercoledì, 1 aprile 2015

Dal 27 marzo è online su Infinity la webserie Bob Torrent, diretta da Maccio Capatonda e nata da un'idea della prestigiosa agenzia pubblicitaria Leo Burnett. In 10 webisodi verrà raccontato, in stile Maccio ovviamente, il mondo della pirateria e dello streaming.

Alzi la mano chi non ha mai scaricato o fruito illegalmente online un film o una serie Tv. Immagino un deserto di mani non alzate, abitato da un colpevole silenzio imbarazzato. Lo sappiamo bene che la pirateria è un reato che uccide il cinema, la televisione e la musica eppure, nonostante le numerose campagne contro la pirateria via Web, questa rimane un grave problema che si presenta come nemico anche alle nuove piattaforme di streaming legale. Ecco allora che proprio una di queste, Infinity per la precisione, pensa a un modo per beffarsi e dissacrare proprio il nemico principale dell'intrattenimento; la pirateria online.
L'idea è venuta alla famosa agenzia pubblicitaria Leo Burnett, che con Bob Torrent, a dicembre 2014, si è aggiudicata la gara indetta da Infinity. Un'idea semplice e brillante, che propone una branded webserie volta da un lato ad attirare nuovi clienti sul portale Infinity senza vestire i panni della solita campagna pubblicitaria, e dall'altro a continuare la sensibilizzazione degli utenti contro la pirateria online, evitando però i moralismi e il terrorismo psicologico delle campagne anti pirateria.
Il tutto è proposto attraverso una trama comica, una parodia dissacrante che vede alla regia Maccio Capatonda, "chiamato per Macciocapatondizzare il tutto, revisionando le sceneggiature e cimentandomi nella regia, oltre che in diversi camei" (Cit. da Primaonline). Insomma, dopo il successo di Italiano Medio nelle sale cinematografiche, Maccio ritorna su Web (dove il successo l'ha sempre avuto) continuando a vestire sia i panni del regista che dell'attore, cedendo anche a divertenti camei in ogni webisodio.



La webserie, perfettamente in stile Maccio, racconta le vicende di Bob Torrent (interpretato dall'attore Cristofer Jones), un perfido megalomane il cui sogno irrealizzato era quello di diventare produttore cinematografico. Cacciato da tutte le case di produzione, decide di vendicarsi contro gli utenti, diventando il re dei film pirata. Attraverso la Torrent Production mette in atto la produzione di orrendi film indiani, serie tv di pessimo gusto e bassissima qualità, spacciandoli per grandi capolavori hollywoodiani o per cult televisivi, ingannando così gli utenti che scaricano i contenuti pirata, ai quali propina piattaforme di streaming che non funzionano, film porno, cult doppiati in giapponese e torrent stracolmi di virus. Rappresentanti degli utenti ingannati dal losco Bob Torrent, sono due fidanzatini che, webisodio dopo webisodio, proveranno sulla loro pelle tutti gli aspetti negativi della pirateria, che alle volte minerà anche il loro rapporto.
Ad assistere il perfido Bob nella sua produzione di orridi inganni, non poteva che esserci una squadra di collaboratori goffi e imbranati, interpretati da volti che da sempre lavorano con Maccio come Herbert Ballerina, Ivo Avido, Anna Pannocchia e Rupert Sciamenna.

Insomma, con Bob Torrent, Infinity firma la sua prima webserie brandizzata, mescolandovi all'interno cinema, Web e Tv  e chiamando a dirigere il tutto uno dei più noti rappresentanti di questo miscuglio, ottenendo un contenuto che si prospetta divertente e, allo stesso tempo, funzionale come pubblicità e strumento di lotta alla pirateria.


Vi lasciamo al primo webisodio di Bob Torrent, che dal 27 marzo è visibile on demand su infinitytv.it, su YouTube e sui social della piattaforma di streaming, mentre gli altri saranno visibili solo sul sito di Infinity Tv, dove infatti, da venerdì 3 aprile, troverete il secondo webisodio.


Enjoy e stay tuned!



Bob Torrent su Infinity TvFacebooke YouTube


Chiara Bressa,
World Wide Webserie / About Me
@Chiara Bressa
commenti
Commenta con Facebook o Google Plus