Icona-email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Icona-Tumblr. Icona-YouTube
Fare Webserie WEBSERIEPLUS Web Series World Cup Netflix Heroes Reborn

È arrivata LIGHTING ROOM
LA PSICOWEB SITCOM

Mercoledì, 5 novembre 2014


LIGHTING ROOM, ecco a voi la psico web-sitcom a base di psicoanalisi, amicizia e...birra

Lighting Room è una psico web-sitcom che racconta la storia del Dottor Ettore Maria Zagobi, psicoterapeuta inventore dell'Amicoterapia, e del suo primo paziente, l'amico-sessuomane Edoardo Tirso. Il tutto è ambientato in uno studio particolare: il Pirati Pub di Roma.
È una webserie dal tema assolutamente attuale; grazie alla leggerezza del genere sitcom, la webserie racconta di come l'amicizia, che ha risentito molto dell' avvento dei social network, sia cambiata (in meglio o in peggio) rispetto al passato.
A questa tematica è legata la storia di uno psicoanalista strampalato, creatore dell'Amicoterapia e quella di un sessuomane con una perversione più unica che rara.
Per chi volesse saperne di più, ecco lo spot della serie che vede protagonista Edoardo Tirso: 




Demetrio Sacco, ideatore e autore della webserie, ci racconta che «La facilità con la quale si può fare ironia su personaggi e argomenti come questi (sesso e psicoanalisi), mi ha aiutato sicuramente ad affrontare l'argomento sotto forma di sitcom, o meglio di psicoweb sitcom. Quello che ho cercato di fare nella fase di scrittura, è stato di sviluppare una trama che potesse catturare l'attenzione con una struttura non banale e con un linguaggio senza volgarità gratuite».

Il titolo nasce dall'utilizzo, da parte del Dott. Zagobi, di una strana lampada triangolare che illumina ogni seduta. L'Amicoterapia è un metodo che aiuta a curare i pazienti attraverso un approccio amichevole da parte dell'Amicoterapeuta: ogni seduta è affrontata davanti a... Un buon boccale di birra.



All'inizio la storia era ambientata in un classico studio professionale, poi è arrivata l'idea del pub: il Pirati Pub di Roma, frequentato assiduamente dagli ideatori della webserie, è diventato la location più ovvia per sedute da svolgersi davanti a una birra.
La disponibilità dei due proprietari a far utilizzare il locale gratuitamente per una settimana (questo è stato il tempo delle riprese), li ha resi di fatto i produttori associati di questo progetto.

No Budget Stories è il gruppo coinvolto in questa e altre produzioni a budget ridotto: i 4 webisodi di Lighting Room, ad esempio, sono stati girati in parte grazie alle generose donazioni ottenute attraverso il sito di crowdfunding Produzioni dal Basso.
Alcuni del gruppo lavorano già in diversi settori nell'ambito cinematografico, mentre altri, pur avendo una formazione in questo ambito, si occupano di tutt'altro, ma mantengono viva la loro passione partecipando attivamente a progetti di questo tipo. 

«Lighting room è la nostra prima esperienza in ambito di webserie. Finora avevamo solo affrontato cortometraggi e volevamo provare con la "serialità". La possibilità di diffusione che il web offre, incoraggia sicuramente a realizzare i propri lavori» ci racconta Demetrio.

Oltre alla prima stagione composta da 4 webisodi, ne sono previste altre due nelle quali verrà affrontato il passato dei personaggi, proseguirà la storia sviluppatasi tra i due protagonisti e verrà svelato il significato e il reale utilizzo della lampada triangolare e delle ossessioni di Ettore. Faranno la loro comparsa inoltre nuovi personaggi e probabilmente una Web Star.
A supporto delle tre stagioni potrebbe arrivare anche un mockumentary sulla vera storia di Ettore Maria Zagobi ed Edoardo Tirso… Ma per ora non possiamo svelare di più!

Per il momento Lighting Room non è stata candidata a nessun concorso, ma il desiderio della No Budget Stories è quello di diffondere il proprio progetto sia in Italia che all'estero, senza la pretesa di creare grandi riflessioni, ma di parlare di un tema sempre attuale come quello dell'amicizia con un gran sorriso sulle labbra.

Vi lasciamo a tutti i webisodi di Lighting Room. Per ora è tutto gente, ma stay tuned!



Georgia Lenoci,




Prodotta da No Budget Stories, Produzioni dal Basso e Pirati Pub

con Davide Daluiso, Gabriele Picciotto e Giada Romagnoli

Scritta e ideata da Demetrio Sacco
Diretto da Emanuele Fiorito e Aaron Stieblich
D.o.p. Andrea Ferraro
Riprese Mauro Zenoniani
Organizzazione Emanuela Albarelli
Aiuto regia Flavia Garlisi
Montaggio Emanuele Fiorito
Scenografia Giuliano Picciotto
Presa diretta Alessandro Fusaroli
Post audio Matteo Albarelli
Trucco e costumi Cristiana Fasano
Sonorizzazioni Paolo Rossetti Murittu
Musiche Salmonansambl





commenti
Commenta con Facebook o Google Plus