Icona-email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Icona-Tumblr. Icona-YouTube
Fare Webserie WEBSERIEPLUS Web Series World Cup Netflix Heroes Reborn
Venerdì, 20 giugno 2014



Quei Bravi Tamarri: arriva lo spin-off, parodia dell'ultimo X-Men e de La Grande Bellezza

Cosa accadrebbe se l'ultimo film degli X-Men (X-Men - giorni di un futuro passato) e il Premio Oscar La Grande Bellezza si fondessero? Cosa ne verrebbe fuori?
La risposta è semplice: lo spin-off della webserie Quei Bravi Tamarri.
Subito dopo il sesto episodio, proposto sotto forma di videoclip della canzone "Tu vivi nell'aria" di Gabri Ponte ft Miani, Quei Bravi Tamarri tornano con uno spin-off  di circa 4 minuti, parodia - come detto - dell'ultimo X-Men e dell'ultimo grande successo cinematografico di Sorrentino. 



Il titolo? Quei Bravi Tamarri - giorno di un futuro sfasciato. In un futuro post-apocalittico un nemico oscuro toglierà a tutti la voglia di vivere: niente più feste, divertimenti, sfascio e balli che spingono il soffitto, ma solo noia, svogliatezza, pigrizia. Così Jack Lafuzzu, il professore di Tamarrologia, e Bob Accollativo, suo rivale da sempre e docente di Sfasciume, dopo anni di ostilità uniscono le forze contro l'ignoto nemico che ha il potere di far fallire le feste e vuole porre fine al divertimento, combattendo fianco a fianco per restituire al mondo un futuro pieno di voglia di vivere.
Il tutto è ovviamente raccontato con lo stile tamarro della webserie di cui Quei Bravi Tamarri - giorno di un futuro sfasciato è spin-off.
E il risultato di questo spin-off è un mash-up, un miscuglio, che vede unite in un'unica narrazione, le vicende degli X-Men, il capolavoro di Sorrentino e la tamarrissma webserie messa in piedi da un gruppo di studenti universitari. Uno spin-off ironico, che fa sorridere, ma dimostra anche come il nuovo linguaggio webseriale non abbia confini.
Incuriositi? Bene! Allora guardatevi quest'ultima creazione targata Pigeon Pictures e stay tuned!


SPIN- OFF: Quei Bravi Tamarri - giorno di un futuro sfasciato


Chiara,

commenti
Commenta con Facebook o Google Plus