Icona-email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Icona-Tumblr. Icona-YouTube
Fare Webserie WEBSERIEPLUS Web Series World Cup Netflix Heroes Reborn

Lunedì, 8 aprile 2013


Buon Compleanno Freaks!

Era l'8 aprile 2011 quando su YouTube è apparso il primo webisodio di Freaks!, webserie diventata un caso mediatico, come dimostrato dal fatto che quel singolo webisodio, a soli tre giorni dal caricamento, contasse già centomila visualizzazioni e che siti di quotidiani nazionali abbiano scritto di quello che hanno definito il fenomeno Freaks!.

Chissà cosa passava nella mente di quei giovani youtuber italiani, già noti al Tubo, mentre avanzavano le tacche 
dell'upload del loro primo webisodio su YouTube.
E chissà cosa pensano ora, a distanza di due anni, con già una seconda stagione di Freaks! alle spalle e molti altri traguardi raggiunti.

Da sinistra: Guglielmo Scilla, Andrea Poggioli, Ilaria Giachi,
Claudia Genolini, Claudio Di Biagio e Giampaolo Speziale
Freaks! è nata rigorosamente low budget, ossia con pochi "spicci" provenienti dalle tasche degli stessi giovani youtuber che l'hanno pensata. Con il tempo la webserie è passata dall'avere un budget che rasentava lo zero e un cast non retribuito, a ottenere spazio a Deejay TV per la seconda stagione.
E oggi festeggia due anni dall'inizio dell'avventura.

La trama, ormai, la conosciamo tutti: nella prima stagione Andrea, Giulia, Marco, Silvio e Viola non ricordano nulla di quanto accaduto nei quattro mesi precedenti a una specie di svenimento che li ha coinvolti tutti contemporaneamente. Scoprono inoltre di avere acquisito dei poteri sovrannaturali che, ovviamente, faticano a gestire. Il tutto è condito da incubi, inseguimenti da parte di un uomo senza volto e strani avvenimenti in cui la suspence è l'ingrediente principale.
Nella seconda stagione i protagonisti sono tornati indietro di quattro mesi, come se tutto non fosse mai accaduto. Tuttavia ne conservano il ricordo e la prova che qualcosa sia realmente avvenuto, è data dal fatto che i protagonisti siano nel mirino di un'organizzazione che li vuole uccidere.
La Roma dei giorni nostri e la musica degli About Wayne (di cui Giampaolo Speziale, il Gabriele della webserie, è il leader), fanno da sfondo e da sottofondo agli intrecci di Freaks!, rendendo la webserie dichiaratamente ispirata alle serie TV Mistfits e Heroes, più nostrana.

Questo riassunto striminzito, che non fa trasparire nulla della complessità della trama, farà rabbrividire i fan, ma serve solo per raccontare in breve, a chi è a digiuno in materia di webserie, quello che è diventato un fenomeno nazionale.

Freaks! può piacere o non piacere, ma a questa webserie va il merito d'aver portato alla ribalta le webserie nella Penisola. Freaks!, elogiato e criticato, o la si ama o la si odia, ma il fatto resta: è Freaks! che, bene o male, ha spiegato all' Italia cos'è il webseriale. 

Quindi non ci resta che dire... buon compleanno Freaks! !




Chiara 

commenti
Commenta con Facebook o Google Plus